30-06-2010 SOLAREBUSINESS.IT
Pensini (Siac e Siel) a summit di Toronto: “no alla delocalizzazione”
30/6. All’evento di Toronto “Young Entrepreneur Summit” dedicato ai giovani imprenditori delle nazioni del G20 e appena concluso, Glauco Pensini - amministratore unico di Siac e membro del Consiglio di Amministrazione di Siel - invitato in qualità di relatore in virtù delle deleghe sull’internazionalizzazione conferitegli da Confindustria, ha sottolineato l’impegno etico di contrastare la delocalizzazione della forza lavoro e fornire nuove opportunità occupazionali in Italia. «In questo G20 Young i giovani imprenditori sono intesi come il motore di cambiamento del mondo». Ha detto Pesini «ma se non si creano le condizioni per un cambiamento si tratta solo di parole. Io vivo quotidianamente le difficoltà di fare impresa: mancano gli incentivi, la burocrazia blocca le iniziative. E ad aggravare la situazione del nostro Paese, manca anche uno strumento di formazione adeguata: occorrono corsi specialistici di alto livello, come all’estero, ma in Italia è una mission impossibile». Circa le nuove opportunità, Pensini ha aggiunto: «che i nuovi posti di lavoro nascano nel mondo delle energie rinnovabili è importante, perché è un settore che rappresenta il presente ma soprattutto il futuro dell’imprenditoria e nel quale il nostro Paese non può permettersi di restare in coda».